Il fascino dell’abbandono: una nuova forma di turismo

Definiti Urban Explorer, ossia “esploratori urbani”: una nuova classe di turisti affascinati dal degrado! Esploratori non alla ricerca di splendide opere d’arte e monumenti ben curati, bensì alla scoperta di strutture in pieno stato di abbandono e incuria.

La “maestosità” e lo “splendore” di tali scoperte devono essere documentati attraverso fotografie scattate in segreto, poiché la community degli “esploratori urbani” tende a custodire gelosamente le sue scoperte di abbandono, rivelandole solo a persone di massima fiducia.


E a svelare tutto questo è proprio un esploratore urbano, Fred Szabries, che da oltre 10 anni fa parte di questo gruppo segreto, avventurandosi in sentieri e percorsi dimenticati. E proprio grazie ai dati raccolti da Fred e dai suoi compagni d’avventura che 13 luoghi splendidamente “abbandonati” sono stati catalogati e raccolti all’interno del libro “The Forbidden Tourist” – Il turista proibito. 13 luoghi più snobbati dal turismo di massa alla ricerca della perfezione e della bellezza, 13 fantasmi che in passato avevano visto tutto il loro splendore e che oggi sono logorati e risucchiati dalla vegetazione selvaggia.

I luoghi catturati da Fred sono soprattutto parchi giochi, manicomi, ospedali, scuole… tutti rigorosamente abbandonati e tutti edifici che in passato hanno avuto una rilevanza storica! Per Fred visitare un edificio in abbandono è un’esperienza di vita: eccitante, ma pericolosa, sorprendente, ma triste. Emozione e tristezza allo stesso tempo, nel sapere soprattutto come un luogo, in passato vibrante e palpitante, possa essere oggi oggetto della decomposizione e divenire un ecomostro dei nostri giorni.


Tra la lista dei “ghost building” si può trovare un ex ospedale psichiatrico: il Danvers State Hospital nel Massachusetts aperto nel 1874, in parte demolito nel 2007. E ancora il Metropolitan di Waltham, ospedale specializzato nelle malattie mentali, dove ancora oggi si possono osservare le lapidi del cimitero.

Insomma, una nuova forma di turismo che ha ben poco a che fare con le spiagge bianche di destinazioni paradisiache, monumenti storici ben curati e ben tenuti… lontano dal turismo di massa!

Speriamo che alcuni dei nostri amici, che partecipano al Contest Travel Marketing di Ideaturismo, fotografino il nostro pin in alcuni “ghost building” 😉

E voi, durante le vostre escursioni, vi siete mai trasformati in “urban explorer” fotografando monumenti “degni di abbandono”? Fatecelo sapere!

Fonte: La Repubblica.it – “Fred, il turista del proibito”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts