I numeri del turismo

Netcomm e ContactLab: Consumer Behaviour Report 2010 web, viaggi e vacanze

Netcomm ha presentato, in collaborazione con ContactLab, una ricerca sui comportamenti degli italiani durante le vacanze estive e su come il web e l’e-commerce intervengono nelle decisioni di acquisto, prenotazione e condivisione delle esperienze successive alla vacanza degli italiani.

Dall’indagine emerge che, tra gli acquirenti online, il 92% ha fatto vacanze nel 2010 e fra questi l’88% ha utilizzato internet per organizzarle. Di questo 88%, il 37% compie acquisti di vacanze online 2-3 volte l’anno e il 27% una volta l’anno.

Chi non è andato in vacanza, nelle ultime due estati, ha addotto prevalentemente motivazioni economiche (59% ha saltato entrambe le estati, 42% non ha fatto vacanze nel 2009, 42% non le ha fatte nel 2010). Cresce anche il fenomeno della destagionalizzazione; i canali online preferiti sono: i siti delle compagnie aeree (52%), degli hotel (50%), delle località turistiche (42%), delle agenzie di viaggio on-line (35%) e i siti specializzati nei consigli di viaggio (33%). Fra le motivazioni che spingono ad acquistare on-line, vi è l’attenzione al prezzo (confronto prezzi dell’offerta 56%; prezzi più vantaggiosi 53%), la possibilità di essere autonomi e indipendenti (54%), il risparmio di tempo (47%) e la varietà di scelta (40%). Al ritorno dalla vacanza estiva, il 39% dei “vacanzieri online” ha utilizzato il web per prolungare l’esperienza della vacanza, pubblicando online foto, recensioni o testimonianze.

Il 2% dei viaggiatori ritiene che l’anno prossimo non utilizzerà internet per organizzare le proprie vacanze, l’83% continuerà a farlo (29% per acquistare, 9% per prenotare, 45% per info-commerce) e una percentuale ristretta (15%) non ha ancora deciso.

Fonte: Federturismo Confindustria, 4 ottobre 2010

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts