News Turismo USA: 10 Trend Turistici per l’estate 2013 da tenere d’occhio

L’estate 2013 ormai sta arrivando! Per capire dove e come hanno intenzione di muoversi i turisti americani la Destination Hotels & Resorts, azienda del Colorado, ha effettuato un sondaggio online su oltre 1200 persone. Dall’analisi dei risultati si sono definiti chiaramente alcuni trend in forte crescita.

Ecco i 10 Top Trend dei turisti americani che anche le destinazioni turistiche italiane e le società  di marketing devono conoscere e considerare, per soddisfare le aspettative di questi viaggiatori:

  1. Gli americani tornano a prenotare in anticipo. La prenotazione last minute e i siti coupon, molto utilizzate negli ultimi anni, stanno iniziando a diventare fuori moda tra gli americani, che preferiscono ritornare alla vecchia prenotazione pianificata in anticipo. I risultati raccolti dall’indagine confermano che già a metà marzo, quando il sondaggio è stato lanciato, il 40% degli intervistati stava già cercando buone occasioni per l’estate. Gli albergatori italiani dovrebbero tenere presente questo nuovo trend incentivando con forza la prenotazione anticipata offrendo sconti interessanti a chi la utilizza!;
  2. Le brevi fughe vincono sulle vacanze lunghe. Questo è un trend che abbiamo visto emergere con forza anche in Italia, dove le difficoltà economiche hanno spinto molti ad abdicare sulla vacanza lunga per viaggi più brevi, magari approfittando di qualche volo a poco prezzo. Secondo il sondaggio, il 76% pianifica di fare più viaggi brevi possibile questa estate e solo il 22% preferisce un soggiorno più lungo e tradizionale. Le persone che si apprestano a fare viaggi più brevi e frequenti, si aspettano di “imbarcarsi in una grande avventura” (45%) e di imparare qualcosa di nuovo (30%). Coloro che invece prediligono la vacanza lunga, al 66% sono in cerca di relax sulla spiaggia;
  3. Il valore aggiunto vince sul low cost. Il 72% dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato che il fattore più importante nella scelta di viaggio è il valore della vacanza! Si preferisce spendere un po’ di più per un servizio o per la cosa che da valore alla vacanza se proprio ne vale la pena e spesso questo valore porta a non considerare il fattore costo/budget;
  4. TripAdvisor e Social Media sulla cresta dell’onda prima, durante e dopo il viaggio. Anche per il 2013 si sono confermati i trend dell’anno passato per quanto riguarda l’utilizzo delle recensioni e dei giudizi espressi dagli utenti. L’80% dei partecipanti dichiara di controllare le recensioni online durante la pianificazione del viaggio. Per quanto riguarda i social media più gettonati sono ancora Trip Advisor e Yelp, ma anche Pinterest, Foursquare e Instagram sono citati come strumenti utili per scovare consigli durante il viaggio. Più del 35% degli utenti ha dichiarato che, durante la vacanza, ama tenere aggiornati amici e parenti con frequenti check-in, update e condivisione di foto su questi nuovi social network;
  5. Cibo mon amour.
    Un altro fattore davvero predominate nella vacanza degli americani è la cucina e i piatti tipici proposti nei luoghi visitati. Su questo argomento l‘Italia è una destinazione tra le preferite, perché la cucina italiana è tra le più invidiate al mondo, quindi tutti gli albergatori italiani dovrebbero specializzarsi offrendo ai turisti i propri prodotti tipici, valorizzando la cucina locale e i prodotti a km 0. Il sondaggio rileva che il 15% degli intervistati ha citato la “buona cucina locale” come la più importante amenity offerta da un resort. Il 33% utilizza Yelp durante la pianificazione per verificare dove andare a mangiare. Il 55% ha classificato tra gli hot trend 2013 le macchinette del caffè gourmet in stanza (es: Nespresso con scelta di capsule di diversa provenienza) e il 23% cerca un’offerta gastronomica salutare quando viaggia con i bambini;
  6. Qualche volta si lasciano i figli a casa. Le famiglie americane sembrano molto meno preoccupate di portare i figli in vacanza di quelle italiane: oltre un terzo ha detto che questa estate non viaggerà con i bambini e il 60% dei consumatori (genitori o meno) ha dichiarato di voler fare almeno un viaggio romantico in estate;
  7. Attività di gruppo per chi viaggia con i figli. Il tempo per stare con i figli è sempre poco, ecco perché molti dei genitori che viaggeranno con i figli desiderano passare del tempo “di qualità ” con loro, svolgendo attività di gruppo. Il 69% è in cerca di hotel e destinazioni che offrano nuove esperienze che coinvolgano l’intera famiglia, in particolare all’aperto. Gli albergatori italiani, se hanno una struttura adatta alle famiglie, dovrebbero proporre – oltre ai soliti sconti e ai menù per bambini – pacchetti che comprendano attività di gruppo organizzate, come gite fuoriporta, corsi di cucina per adulti e bambini, escursioni in bici o a piedi o biglietti per parchi divertimento nelle vicinanze!;
  8. Back to basics. Il viaggiatore spesso è in cerca di esperienze nuove, ma questo non vuol dire che non si apprezzino i grandi classici: il 22% degli intervistati ha indicato la tipica gita in macchina panoramica come la più bella delle tipologie di viaggio, mentre ben l’82% pensa che i parchi nazionali americani siano una delle mete favorite per il 2013. Questo trend dev’essere considerato anche in Italia, dove ci sono un sacco di parchi e di aree naturali da valorizzare. Gli albergatori potrebbero descriverle sul proprio sito online così da incuriosire il visitatore americano. Descrivetele sul vostro sito, organizzate tour alla loro scoperta e rendetele accessibili a chi, altrimenti, non avrebbe mai potuto scoprirle: anche in questo modo si promuove il proprio territorio;
  9. Io viaggio da solo. I viaggiatori singoli continuano ad essere uno dei maggiori trend del 2013: il 65% delle persone che viaggeranno da sole questa estate è in cerca di attività, di programmi di apprendimento e di attività d’avventura. Avete mai previsto offerte o pacchetti per chi viaggia da solo? Di solito chi viaggia in solitario deve affrontare spese più onerose di chi è in due: pensate a un’offerta strutturata sulle esigenze di questi ospiti, magari con attività all’aria aperta a costi convenzionati;
  10. La vacanza come esperienza di apprendimento. Da questo sondaggio è emerso che le persone viaggiano con uno scopo e con una voglia di imparare, di conoscere ed esplorare luoghi ed usanze nuove. Gli albergatori italiani dovranno cercare di proporre delle vacanze con esperienze uniche, autentiche, che insegnino qualcosa che rimanga nei ricordi dei turisti per tutto il 2013. I risultati dell’indagine infatti confermano che il 47% degli intervistati ha dichiarato che vorrebbe imparare a fare qualcosa di nuovo durante le vacanze. Il 38% sarebbe interessato a corsi di cucina o di degustazione di vino/birra, mentre il 52% vorrebbe frequentare lezioni per imparare attività all’aperto.

Anche il team di Ideaturismo, azienda di Trento che offre servizi di consulenza e di marketing agli albergatori, segue attentamente l’evoluzione dei trend di tutti i turisti cercando di consigliare ai propri clienti i cambiamenti da effettuare per soddisfare al meglio le richieste dei viaggiatori!

Fonte: bookingblog.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts