Tax Credit: sconto fiscale del 30% per i servizi di digital marketing per gli Hotel e agenzie turistiche!

Hai investito da poco in sistemi informatici? Hai installato un nuovo sistema di wifi o chiamato una consulenza per aggiornare il sito web a mobile? Hai speso per pubblicità di servizi turistici? Bene! Se così hai fatto potrai richiedere uno sconto fiscale sull’intero importo grazie al Tax Credit, il debito d’imposta introdotto dal Ministro dei beni culturali e del turismo e dal Ministro dell’economia e delle finanze.
Nel febbraio 2015 sono stati stanziati ben 15 milioni di euro per aiutare le imprese che investono nel digital marketing, le quali avranno diritto ad uno sconto fiscale del 30% sulle spese effettuate, ma non tutte potranno usufruirne, poiché questo beneficio durerà  fino esaurimento dei fondi! Quindi chi prima arriva meglio alloggia!

Benefici del decreto

Le imprese turistiche che investiranno in siti web o in attività  di digitalizzazione dei loro servizi potranno godere del credito d’imposta sull’investimento totale. La richiesta può essere fatta su un importo massimo di € 41.666 totali a cui verrà  riconosciuto uno sconto del 30%, quindi pari a € 12.500.

Chi sono i beneficiari?

  1. Strutture alberghiere con almeno sette camere per il pernottamento degli ospiti (alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, condhotel e marina hotel).
  2. Strutture extra-alberghiere (affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per le vacanze, residence, case per ferie, bed & breakfast, rifugi montani).
  3. Esercizi ricettivi aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari.
  4. Agenzie di viaggio e tour operator.

Su quali servizi si viene beneficiati?

Spese per installazione impianti wi-fi: acquisto e installazione/router; dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale). L’esercizio deve garantire una velocità  di connessione pari ad almeno un 1 Megabit.

  1. Spese per siti web ottimizzati per il mondo mobile (rientra anche l’acquisto di software o applicazioni).
  2. Spese per programmi e sistemi informativi per la vendita diretta di servizi e pernottamenti (come Booking engine).
  3. Spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici su siti e piattaforme informatiche specializzate.
  4. Spese per servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale.
  5. Spese per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità  per persone con disabilità.
  6. Spese per la formazione del personale.

Per maggiori informazioni:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Ho letto l'Informativa sulla Privacy*

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts