Come scegliere il Social Media più adatto alla tua azienda!

Scegliere il social media adatto per la propria azienda può offrire molto, perché può permettere di raggiungere il pubblico desiderato e trasmettere il tipo di media più adatto al proprio brand. La maggior parte delle aziende non può essere perfetta per tutti i social. Quindi invece che avere piccola risonanza su più piattaforme, forse è meglio convincere molte persone solo su una!

Ma come decidere quale piattaforma si adatta meglio ai propri bisogni?

Vediamo un breve riassunto delle maggiori piattaforme che possono adeguarsi ai vostri bisogni aziendali.

Pinterest

È una piattaforma che permette la condivisione di contenuti e permette ai membri di appuntare o postare immagini o video o altre immagini dalle bacheche degli altri.
Vi sono principalmente utenti femminili ed è ideale per le aziende che hanno come maggiore caratteristica la potenza visiva del loro prodotto. Le aziende che si occupano di pianificazione di matrimoni, viaggi, arredamento (d’interni o d’esterni), moda o cibo, possono sicuramente beneficiare di questo social attraverso splendide foto.
Si possono commentare le bacheche degli altri, condividere immagini, e cliccare sulle pagine web da cui le immagini provengono. Si posso anche mettere dei ˜like’ o copiare le foto preferite sulla propria bacheca (“pin-it”). Ogni bacheca è collegata ad un profilo, di modo da poter sapere la persona o l’azienda che pubblica.

LinkedIn

LinkedIn è un social di networking molto collaudato. Prima che il termine “social media” fosse sulla bocca di tutti, già esisteva il social networking, solo che era fisico, tra persone reali, dal vivo. LinkedIn funziona così, facilita le relazioni e la loro crescita soprattutto in ambito lavorativo, ma in maniera virtuale. Non offre solo questo servizio, ma comprende anche gruppi e discussioni riguardo vari ambiti, in cui si può chiedere consiglio, domandare e rispondere a domande e lasciare che la propria esperienza faccia colpo.
Sono più frequenti le realtà che offrono servizi, rispetto a artigiani o venditori, perché è più adatto a livello comunicativo. (Sarà sempre più facile parlare con un artigiano in prima persona, per chiarire cosa si vuole e cosa si evita). Si possono postare articoli, o blog, di modo da permettere alla gente di capire di più su se stessi.

YouTube

YouTube è uno strumento visuale con molto potenziale. E’ diventato ormai un elemento fondamentale per l’hommade o per i video aziendali. Ha potenziale a livello mondiale, è famosissimo e ci si pubblicano video sperando che diventino virali.
Il segreto per un buon uso di questa piattaforma è la presentazione dei propri prodotti in maniera indimenticabile, perché se si è alla ricerca di visualizzazioni, essendo tra i moltissimi utenti, significa avere moltissima concorrenza. Una buona idea per capire come diventare virali è guardarsi un po’ di video (di quelli con tante visualizzazioni), e cercare di estrapolare le caratteristiche vincenti.

Twitter

Twitter funziona come altre piattaforme social, è molto popolare ed è molto improntato sul ‘momento’, l’attimo, nel senso che è molto dinamico e si possono avere molti aggiornamenti nel giro di pochi minuti.
Per aggiornamenti, novità, domande per i “followers” o se cerchi opinioni veloci è perfetto. Ottimale quindi per aziende che hanno frequenti aggiornamenti e preferiscono raggiungere direttamente i propri seguaci.

Facebook

Tra i più famosi ed usati al mondo, Facebook è tra le piattaforme social più potenti. È generalmente positivo, solo per la quantità di utenti che ha, che dovrebbero fornire a qualsiasi azienda un vasto pubblico raggiungibile.
A differenza di Twitter si può decidere cosa vedere e cosa condividere e questo offre molte opportunità per rappresentare il brand. Tra l’altro è una piattaforma che punta molto sul lungo tempo e sul costruire relazioni, ma senza togliere immediatezza (i commenti possono essere comunque repentini). Quasi tutte le aziende ne possono beneficiare, ma non è una piattaforma adatta alla vendita, serve più per farsi conoscere e fare “innamorare” i potenziali clienti.
Bisogna cercare di rappresentarsi in maniera socievole, per questo non dovrebbero essere pubblicate solo immagini aziendali, ma anche immagini più informali e sincere.

E tu su quale piattaforma punti? Ideaturismo, società di consulenza e marketing di Trento, con un’ottima esperienza nel campo del social media marketing, saprà consigliarvi al meglio sulla strategia social più adatta in base ai vostri obiettivi!

Fonte:entrepeneur.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts