Spa con camere

Sono considerati i migliori al mondo, da anni al top delle classifiche di Tatler Travel Guide e Sunday Telegraph UK. Sono i resort con spa in Asia, su isole private o affacciati su spiagge incantevoli di Indonesia e Malaysia: il loro plus? Qui spa (salus per aquam) non indica talassoterapia o cure termali, ma trattamenti per corpo (e spirito) di tradizioni antiche, ispirate alle filosofie squisitamente orientali, che hanno come obiettivo armonia e relax di mente e fisico.
Non a caso si praticano massaggi e terapie orientali in tutti i più prestigiosi centri wellness del mondo. L’ultimo resort del benessere è stato inaugurato sull’isola di Bali lo scorso luglio: lussuosissimo, eppure con un prezzo sorprendente. Il Tembok Bali costa infatti da 200 dollari, 136 euro, al giorno, in doppia con pensione completa e un massaggio.
Stile zen, grande raffinatezza, altissimo livello sia delle camere sia del ristorante e, naturalmente, della spa. Fin dall’arrivo, quando si è accolti con un massaggio profondo ai piedi e alle spalle per riprendersi dal viaggio (dall’aeroporto di Denpasar ci sono circa tre ore in pulmino). Costruito sulla costa nordorientale dell’isola, il resort si affaccia su una spiaggia di sabbia nera vulcanica. La spa, all’avanguardia, offre una fusione di tecniche e terapie tradizionali balinesi e malesi, per trattamenti anti-aging; dura 100 minuti il Penganten Melukat, massaggio signature, cioè esclusivo, del resort, che veniva praticato ai promessi sposi prima della cerimonia nuziale. Tra le escursioni più vicine e che possono prendere l’intera giornata, quella che porta alle cascate di Les, al lago e villaggio di Batur, al mercato di Ubud e al tempio induista di Gunung.
Merita una sosta gourmand il ristorante Bebek Bengil (tel. 0062.361.97.54.89), a Ubud, accanto a una risaia vasta e verdissima: offre l’anatra più straordinaria di tutta Bali, cotta nelle spezie, fatta dorare e servita croccante; l’intero pranzo, dall’antipasto al dolce, vino compreso, costa solo 15 euro! Una novità, dopo la sua recente ristrutturazione (2006), anche il Tanjong Jara Resort (doppia b&b da 284 dollari, 193 €), a Dungun, sulla costa orientale malese: secondo la Tatler Traveller Guide ha la spa più innovativa del 2007 e tra le 100 top del mondo. È una struttura di 88 bungalow e 10 suite, dall’architettura ispirata ai raffinati edifici in teak dei sultani malesi del XVII secolo, che si affacciano sulla lunghissima spiaggia di sabbia dorata, lambita dalle acque del Mar Cinese Meridionale. Il resort è tra i preferiti dagli ex piloti della Ferrari Michael Schumacher e Rubens Barrichello, che ne hanno apprezzato i trattamenti signature. Come l’Asam Roselle, basato sulla rosella rossa, un fiore ricco di vitamina C, calcio e potassio, usato nella medicina tradizionale per le sue proprietà antinfiammatorie.
Da marzo a ottobre (la stagione migliore per una vacanza sulla costa est), si fanno immersioni guidate tra i fondali di Tenggol Island, giudicati tra i più belli di questa parte del mondo. Per gli appassionati di golf, due i campi a circa mezz’ora d’auto dal resort.
La Malaysia è una meta molto nota ai golfisti per il costo bassissimo del green fee (circa 30 € al giorno, compresi transfer in auto, golf car e bibite, 5 € per il caddy). Si trova invece lungo la costa occidentale malese, sull’isola privata di Laut, il Pangkor Laut (doppia b&b da 372 dollari, 253 da Kuala Lumpur, 3 ore d’auto e mezz’ora di barca o un’ora di elicottero o aereo). AsiaSpa, la rivista di benessere più importante dell’Asia, lo ha designato il resort meglio inserito nell’ambiente. Un’attenzione che si riscontra soprattutto nella spa, il vero must del resort, con esperti di medicina tradizionale. Massaggi e trattamenti sono sempre preceduti dal Bath Experience, tre quarti d’ora di immersioni in vasche con acqua tiepida, pediluvi con oli essenziali, peeling della pelle (da provare l’hawaiano Lami Lami, 80 minuti di beatitudine). Le 162 ville e suite sono distribuite lungo la spiaggia, sull’acqua, nel giardino o immerse nella foresta pluviale, le più belle per il panorama che si gode.

Fonte: corriere viaggi, 25 Marzo 2008

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts