Pinterest: il social d’immagini che può lanciarti nel web marketing!

L’importanza delle immagini nel web, ormai è risaputo, cresce ogni istante sempre di più e i social network come Pinterest, incentrato proprio sulla condivisione d’immagini, sta crescendo di conseguenza, ad una velocità esponenziale, soprattutto in America. Questo social, però, in Italia deve ancora diffondersi largamente, in primo luogo perché c’è una maggior concentrazione su altri social network come Facebook e Twitter, e in secondo luogo perché l’abitudine a questi ultimi, rende più difficile abituarsi al suo aspetto grafico e al suo funzionamento.

GlobalWbIndex Blog ha condotto un’analisi nel 2013, riscontrando una leggera crescita nell’uso di Pinterest in Italia, comunque non paragonabile a quella in altri paesi. Si è comunque riscontrato che molte aziende, alla ricerca di un respiro internazionale, hanno visto in questo social un’ottima opportunità promozionale e di web marketing.

D’altronde l’utilizzo dei social media è diventato sempre più importante per avere una buona reputazione e credibilità. La differenza tra Pinterest e gli altri social è da ritrovarsi principalmente nel fatto che le immagini, regine indiscusse, vadano a far finire in un cassettino nascosto chat, discussioni e altre interazioni verbali.

Nell’e-commerce si cerca di essere iper-visibili e Pinterest è molto utile perché apre dei canali nuovi ed è un analizzatore di attenzioni molto potente. Vediamo ora gli elementi fondamentali che un’azienda deve seguire per sbarcare su Pinterest.

1. Creazione di board a tema

Innanzitutto bisogna creare delle board (ossia album) tematiche. È importante categorizzare per bene ognuna di queste, per avere una bacheca ordinata, che vada a coprire non solo i contenuti aziendali, ma anche l’“aspetto umano” dell’azienda. Servirà inoltre per capire quali sono i post e le board più apprezzate.

2. Contenuti di qualità

La qualità è indispensabile! Se nei social classici bisogna fare molta attenzione alla grammatica e alle parole utilizzate, qui bisogna stare attenti e caricare delle foto di qualità! Da evitare collage, scritte eccessive, foto sgranate o sfuocate.

3. Immagini linkate al sito web

Il vostro obiettivo sarà l’uso delle immagini per incanalare traffico sul sito dell’azienda, infatti, ad ogni “pin” fatto si può aggiungere il link di riferimento.

4. Collegamento agli altri Social

Sarà utile aggiungere i pulsanti che ricollegano agli altri social, poiché sono certamente più in voga in Italia. In questo modo, si potranno raccogliere sempre più “followers”.

5. Analizzare la concorrenza ed i followers

Serve inoltre capire come soddisfare i possibili utenti. È molto utile vedere come lavora la concorrenza e le strategie usate. Chiaramente va prestata attenzione in modo da prendere spunto: non copiare!!!

Seguendo questi cinque punti si avrà una buona interazione con gli utenti di Pinterest. Chiaramente ogni azienda deve valutarne l’uso secondo il suo business plan, le esigenze e gli obiettivi. Come ultimo consiglio: la sola iscrizione non farà decollare l’azienda.

Bisogna imparare ad usare questo strumento, capendo bene le sue potenzialità  e/o suoi limiti! Anche noi di Ideaturismo, crediamo molto nell’importanza di Pinterest e nella sua viralità di contenuti… scopri il nostro profilo Pinterest!

Fonte:blog.tagliaerbe.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts