Il passaparola tra amici?!… La miglior condivisione sul web!

Non gli influencer, ossia i personaggi più corteggiati del web, ma bensì i nostri amici!
Sono proprio loro che permettono di condividere e diffondere contenuti attraverso un gran numero di utenti!

Secondo piattaforme social, come BuzzFeed e StumbleUpon, le condivisioni avvengono attraverso numerosi piccoli gruppi e non seguendo la pratica dei marketer: ossia pochi post e tweet di potenti influencer!

Secondo quanto emerge dallo studio compiuto dalle due aziende, le persone influenti sono sì in grado di raggiungere un vasto pubblico, ma per un periodo di breve durata!

Le idee o le opinioni scambiate creano un effetto virale quando passano attraverso tutta la rete social e questo avviene tramite “comuni mortali”, che si scambiano informazioni con i loro amici, familiari e colleghi.


Nasce così il “viral marketing”, ossia una tipologia di marketing non convenzionale che sfrutta proprio il passaparola, come strategia per diffondere un messaggio ad un numero esponenziale di persone.

StumbleUpon ha osservato, per un periodo di analisi ben definito, che le condivisioni dirette con amici sono le più comuni e le più efficaci.
Per ogni condivisione in uscita verso un social, gli utenti di StumbleUpon, hanno condiviso direttamente almeno 2 volte (via StumbleUpon o email) per un rapporto di 2 a 1!

Ed anche modalità di condivisioni differenti come i video giocano un ruolo importante. I video visti per 2 o 3 minuti registrano un picco di condivisone verso i social, mentre quelli visti oltre i 4 minuti registrano un aumento delle condivisioni dirette di 5 volte!

Risultato?! I video più lunghi portano a condivisioni “più intime”, mentre quelli più brevi si prestano a percorsi “più aperti”.
Il passaparola quindi avviene nel mondo cosiddetto “normale” e non tramite gli influencer! Il vero trucco sta nel toccare argomenti che facciano parlare e che portino le persone a condividerle con colleghi, amici e familiari. Invece che inseguire il mito degli influencer e dei marketer, bisogna rispecchiare la realtà raggiungendo e trattando argomenti del mondo offline.

E voi cosa ne pensate? Se credete anche voi che il miglior passaparola sui social sia attraverso la propria cerchia di amici, colleghi e familiari condividete questo articolo e fatelo girare 😉 !

Fonte: TagliaBlog.it “La condivisione passa dagli amici, non dagli influencer”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts