Olimpiadi Mondiali di Cucina

Le Olimpiadi di Pechino 2008 si sono da poco concluse, che già è scattato il conto alla rovescia e fervono i preparativi per delle altre Olimpiadi, del tutto particolari e per i comuni mortali quasi totalmente sconosciute.
Nella bellissima cittadina medievale di Erfurt, capoluogo della Turingia (Germania), si svolge un evento importantissimo, uno di quelli che si ripetono solo una volta ogni quattro anni le: Olimpiadi Mondiali di Cucina.
Meglio conosciute come IKA, formula abbreviata di International Culinary Art Exhibition, le Olimpiadi videro la prima edizione a Francoforte nel 1900 e da allora sono diventate la Mecca per cuochi e pasticcieri professionisti di tutto il mondo.
Il particolare evento si svolge all’interno dell'”Inoga Gastronomy Trade Fair”, evento fieristico mondiale per eccellenza degli ultimi sviluppi in materia di ristorazione, business alberghiero e servizi di catering. La manifestazione, giunta al suo 22° appuntamento, vedrà  la presenza di quasi 2000 partecipanti, accompagnati dai rispettivi gruppi di sostegno provenienti da 42 nazioni, che faranno di questa edizione quella con il più alto numero di competitori di tutti i suoi 108 anni di storia, nonché l’evento culinario più importante non solo per i professionisti, ma anche per gli amanti di tutto il mondo della buona cucina.
L’Italia sarà presente con la Nazionale Senior, diretta da Fabio Tacchella, la Nazionale Junior diretta dallo giovane Antinori, numerosi team regionali di tutto rispetto e da una considerevole e massiccia presenza di singoli concorrenti, che assicureranno certo l’alto profilo agonistico e tecnico della manifestazione.
Si prospetta grandi cose dalle compagini italiane, che hanno sempre ben figurato in ogni manifestazione di questo tipo, a tradizione della cultura gastronomica italiana. Un occhio di riguardo va rivolto ai concorrenti provenienti dal Veneto e facenti parte dell’Unione Cuochi del Veneto, organo territoriale della F.I.C. ( Federazione Italiana Cuochi), che, sotto la Presidenza di Graziano Manzatto, cercherà di portare in alto i colori della sua regione e di annoverare i risultati alla Coppa del Mondo di Lussemburgo.
Chef provenienti da oltre 42 diversi paesi del globo, tutti vestiti con la tipica divisa bianca di cuoco, portando le loro bandiere nazionali, inaugureranno con una spettacolare e suggestiva parata l’inizio di una delle più prestigiose gare culinarie di tutto il mondo: le Olimpiadi Mondiali di Cucina.

Organizzata dalla Verband der Küche
L’Italia sarà presente, naturalmente con la NIC, diretta da Fabio Tacchella, un numero considerevole di qualificati team regionali e singoli concorrenti.
L’Unione Cuochi del Veneto, sotto la direzione del suo Presidente Graziano Manzatto, sarà  presente con i suoi due gruppi: il Team Veneto Chef per la sezione di cucina ed il Team Cucina Artistica, nonché di un numero considerevole di competitori singoli,con la speranza di emulare i risultati conseguiti nella precedente competizione di Coppa del Mondo in Lussemburgo, e aggiudicandosi (seppur virtualmente) il titolo di regione più medagliata al mondo!

Team Veneto Chef

Alessandro Silvestri – team manager – FIC Venezia
Michele Nobile – team chef – FIC Belluno
Stefano Pepe – segretario – FIC Padova
Fabrizio Trevisanato – coordinatore – FIC Venezia
Roberto Leonardi – art director – FIC Venezia
Damiano Molin – FIC Venezia
Maurizio Aluotto – FIC Belluno
Marco Squizzato – FIC Padova
Franco Sanna – FIC Venezia
Valter Casanova – FIC Belluno
Luca Bertolini – FIC Belluno
Francesco Benetton – FIC Venezia
Marco Capra – FIC Belluno
Francesco Chiaranda – FIC Venezia
Marco Salin – FIC Treviso
Denis Trolese – FIC Venezia
Massimiliano De Candido – FIC Belluno
Mirco Della Vecchia – FIC Belluno
Michele Faralli – FIC Belluno

Fonte: 15 Settembre 2008, informacibo.it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts