Le vacanze degli italiani si organizzano online.

I dati risalgono a giugno di quest’anno ma danno una chiara indicazione delle scelte degli italiani nella modalità  utilizzate per prenotare le proprie vacanze.
Secondo l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche la media italiana si attesta al 29,2%. Questi dunque sono i nostri connazionali che hanno utilizzato la posta elettronica o i siti Internet per eseguire le proprie prenotazioni. Rispetto al 2004 sono crescitui di 7 punti (erano il 23%).
La media di internauti si distribuisce in maniera abbastanza equa rispetto al totale sul territorio con punte massime del 33,5% nel centro Italia e minori nel nord-ovest 25,7%. Liguria e Veneto le regioni che raccolgono il numero maggiori di teleprenotazioni.

 

Quota di turisti prenotati via Internet/e-mail
% turisti Internet
AREA
NordOvest
25,7
NordEst
31,2
Centro
33,5
Sud e Isole
26,1
Totale Italia
29,2

 

Quota di turisti prenotati via Internet/e-mail
% turisti Internet
REGIONE
Piemonte
10,0
Valle d’Aosta
15,6
Lombardia
18,8
Trentino
24,2
Alto Adige
36,6
Veneto
42,9
Friuli
19,0
Liguria
53,8
Emilia Romagna
24,4
Toscana
39,6
Umbria
30,2
Marche
18,8
Lazio
35,3
Abruzzo
18,4
Molise
10,0
Campania
38,2
Puglia
22,6
Basilicata
30,6
Calabria
21,9
Sicilia
27,3
Sardegna
25,4
Totale Italia
29,2

 

Quota di turisti prenotati via Internet/e-mail
% turisti Internet
PRODOTTO
Città 
39,3
Montagna
23,6
Terme
16,0
Lago
29,5
Mare
26,9
Campagna
41,3
Totale Italia
29,2

La quota di turisti che utilizzano il web per le prenotazioni è maggiore nelle strutture dell’offerta rurale e culturale.

 

Quota di turisti prenotati via Internet/e-mail
% turisti Internet
TIPO
Hotel
29,9
Hotel 1 stella
0,0
Hotel 2 stelle
26,3
Hotel 3 stelle
30,4
Hotel 4 stelle
39,6
Hotel 5 stelle
21,0
Villaggio
16,8
Agriturismo
36,3
Campeggio
15,5
Totale Italia
29,2

 
Coerentemente con il dato relativo all’offerta rurale, sono proprio gli agriturismi le strutture dove la clientela ricorre maggiormente ad internet.
Concludendo aumentano rispetto al 2004 i turisti che utilizzano i nuovi sistemi di prenotazione mentre diminuisce la tendenza da parte della clientela a tornare nelle stesse strutture, non subisce particolari flessioni la domanda organizzata.

FONTE: I-dome, 30 Settembre 2005

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts