Le 10 camere d’hotel più care al mondo

Tra gli oggetti di lusso vanno inserite le camere di hotel, cose per le quali i ricchi della terra sono disposti a pagare sempre di più, spesso senza badare se ci sia davvero un rapporto qualità -prezzo, solo per il gusto di poter dire “io sono stato lì”, oppure “quando sono a Parigi scendo solo al…”. Secondo il magazine americano Forbes, che ha compilato l’ elenco delle dieci camere di hotel più care al mondo, la gente è disposta a pagare sempre di più pur di ottenere una stanza eccezionale. Rispetto al 2003, ultimo anno in cui il giornale ha stilato un elenco in proposito, il numero di camere a prezzi astronomici è salito in modo considerevole, includendo località  di tutto il mondo.

Nell’elenco dei primi cinque hotel indicati, un pernottamento non costa meno di 19mila e 500 euro, 25mila dollari. Ma si paga molto di più per il top dei top, l’Hotel Martinez di Cannes, in Francia, dove la Penthouse Suite costa oltre 29mila euro. Per questo prezzo si soggiorna una notte in un appartamento di quattro camere con Jacuzzi e terrazza sul Mediterraneo. Il prezzo include, soprattutto, il poter dire che si è dormito nella camera più cara al mondo, ma, avvisano quelli di Forbes, non è stato stabilito se “la più cara” sia anche “la migliore”.
L’Italia si piazza bene in questa classifica del lusso. Il celeberrimo Cala di Volpe della Costa Smeralda, in Sardegna, è quarto con la suite presidenziale a 21230 euro. Ci sono tre camere, tre bagni, una piscina di acqua di mare un gazebo e il solario. Vista sui graniti della Gallura, profumo di mirto e cisto assicurato.

La camera più a buon mercato della lista è quella dell’hotel Burj Al Arab di Dubai, 8500 euro a notte per la Royal suite, con immenso letto rotante, cinema privato e immancabile Jacuzzi. Per arrivare in camera i clienti attraversano una lobby decorata in oro 24 carati e dispongono di un ascensore privato. Tra il massimo e il minimo di Cannes e Dubai ci sono hotel di Ginevra, con vetri a prova di proiettile, di Atene, con piscina interna privata, delle Bahamas, dove hanno soggiornato Miachel Jackson e la celebrità  televisiva Oprah Winfrey. La Grecia ricompare al sesto posto con un hotel di Creta con suite con due piscine di acqua salata private, poi c’è Parigi, con camera con vista su torre Eiffel e avenue Montaigne, ma soprattutto la cucina privata.

Ad Anguilla, nei Caraibi, la camera più cara è un appartamento privato con maggiordomo, cameriera e chef personali, ma soprattutto una laguna privata dove fare snorkeling. Si chiude l’elenco con Hong Kong, che punta su una terrazza con piscina, che si protende su Victoria Harbour, e un intero ristorante a disposizione in forma esclusiva.

Secondo gli osservatori la richiesta aumenterà  ancora, con stravaganze e particolarità  sempre più lussuose. “L’a crescita del benessere della popolazione mondiale è uno dei motivi dell’aumento di richiesta per le camere di lusso”, sostiene Mark Woodworth della Pkf Consulting, compagnia di consulenza alberghiera statunitense. E poi si svela il trucco: questi paradisi negli hotel sono occupati il più delle volte da uomini d’affari, gratis. C’è sotto il business: il magnate organizza nell’hotel un incontro, un vertice, un convegno: gli altri partecipanti pagano, lui usa la suite come sconto sull’acquisto globale.

FONTE: La repubblica, 8 maggio 2006

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts