L’inverno in montagna è made in Italy

Per gli amanti dell’alta quota, di cime innevate e paesaggi alpini, di stazioni sciistiche e caroselli panoramici, di romantici rifugi e accoglienti baite di montagna, c’è una buona notizia. Ed arriva dall’autorevole voce del Touring Club Italiano, che, proprio in questi giorni, sta diffondendo la classifica delle migliori località montane dell’arco alpino. La buona notizia è che a fare da padrone alle prime posizioni sono le mete italiane e, se si pensa che la classifica è stata stilata su un totale di 111 destinazioni, il risultato può far davvero entusiasmare appassionati e non. Ma vediamole, una per una, queste magnifiche dieci delle Alpi, mete di indiscusso fascino, che hanno saputo trasformarsi nel tempo in stazioni sciistiche a 360 gradi, unendo allo sport charme e divertimento.

La numero uno, la migliore stazione turistica delle Alpi a comparire nell’inedita graduatoria è l’Alta Badia, che comprende i comuni altoatesini di Badia/Abtei e Corvara, racchiusi nello stesso comprensorio sciistico. A seguire, al secondo posto, la svizzera Zermatt, alla quale si affianca la coppia Selva-Santa Cristina, in Val Gardena, situate anch’esse, come Badia e Corvara, ai piedi del massiccio dolomitico del Sella. È proprio quest’ultimo, con il famosissimo carosello sciistico del Sellaronda, il principe del turismo alpino, confermato anche dal sesto posto di Canazei.

Procedendo nell’ordine della top ten, troviamo al quarto posto la bella e mondana Cortina d’Ampezzo, che, non serve ricordarlo, ha fatto la storia di certo turismo invernale tutto charme e glamour, alimentato negli anni dagli stessi protagonisti del jet set, che puntualmente riempiono hotel, ristoranti e piste della “regina delle Dolomiti” bellunesi. Per il quinto posto andiamo in Tirolo, precisamente a Kitzbühel, che promuove il suo paradiso invernale con 70 chilometri di piste e 33 di skiroute, segnalate su tutti i livelli di difficoltà, in un contesto paesaggistico arioso, con belle montagne calcaree sullo sfondo.
Torna l’Italia con Canazei al sesto posto, punta di diamante della Val di Fassa, grazie all’immenso comprensorio sciabile del Sellaronda e alle diverse opportunità che offre anche il gradevole centro urbano, situato a un’altezza di 1465 metri. Seguono nella classifica Ortisei (settimo posto), le due svizzere Grindelwald e St. Moritz (ottavo e nono posto) per finire sempre in Italia con Livigno (decimo posto).

Di Grindelwald, il villaggio dell’Eiger nell’Oberland Bernese, basti dire che è diventato nel tempo una delle mete escursionistiche più apprezzate e più cosmopolite della Svizzera, nonché la più grande stazione sciistica della regione della Jungfrau. Forse meno blasonata di St. Moritz, che rimane la protagonista dell’inverno nei Grigioni, con il suo appeal di eleganza ed esclusività, che si conferma dopotutto vincente. A chiudere la classifica dei primi dieci posti, la località valtellinese di Livigno, ci riporta nuovamente alle bellezze nostrane. Siamo nel cuore delle Alpi e al centro d’Europa, a metà strada tra Milano e Zurigo, in una ridente oasi di villeggiatura, che, dati alla mano, non sembra conoscere crisi.

 

Fonte: viaggi il sole 24 ore, 27 Ottobre 2008

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts