Il Fitness divertente

Il walking è divertente, specialmente il nordic walking. A quanto pare dà  addirittura dipendenza. Almeno questo è quanto sostengono gli adepti di questo nuovo sport di tendenza. Ma cos’è il nordic walking? è il camminare dinamico con bastoni studiati appositamente. Non soltanto allena i muscoli in modo efficace, ma fa anche bene alla circolazione e al cuore; inoltre rassoda il corpo. Viene praticato in mezzo alla natura e per questo rappresenta sia una forma di sport che di svago. Il grande vantaggio è che possono praticare assieme questo sport anche persone con diversi livelli di preparazione.
Già  da tempo in Finlandia è uno sport popolare, da noi è sulla buona strada per diventarlo. Ogni passo viene sostenuto da speciali bastoni. Il vantaggio principale rispetto alla corsa, è che le ossa e le articolazioni non subiscono effetti dannosi. Il nordic walking è facile da imparare e rappresenta un tipo di allenamento ideale, visto che coinvolge l’85 per cento dei muscoli. L’uso dei bastoni comporta un doppio vantaggio: mentre da un lato vengono utilizzati anche i muscoli del busto con innegabili vantaggi per la circolazione sanguigna, dall’altro risultano meno sollecitati bacino, ginocchia e piedi. Per questo il nordic walking è uno sport ideale anche per le persone sovrappeso o con problemi ortopedici. Studi specifici hanno dimostrato che nel nordic walking vengono consumate il 20 per cento di calorie in più rispetto alle tradizionali escursioni. Negli USA è stato constatato che a parità  di velocità  si consuma il 46 per cento di energia in più rispetto alle camminate in cui non si utilizzano bastoni. Questo sport di tendenza deve il suo grande successo anche al fatto che contribuisce a ridurre il peso in modo efficace. L’effetto non viene però raggiunto in modo drastico, bensì con movimenti morbidi e innocui. Il nordic walking è uno sport di resistenza che riduce notevolmente il rischio di patologie cardiocircolatorie. Inoltre immergersi nella natura ha un effetto assai positivo sulla psiche.
Il medico finlandese Raija Laukkanen ha pubblicato uno studio sull’effetto salutare che il nordic walking ottiene grazie all’attivazione dell’85 percento dei muscoli. La schiena, le braccia, le spalle e il collo si rinforzano. Rispetto ad altri tipi di corsa l’intero apparato motorio viene sollecitato il 30 per cento in meno. La forma fisica generale migliora notevolmente e ciò si ripercuote automaticamente sul sistema cardiocircolatorio, aumentandone l’efficienza. L’intero organismo viene ossigenato meglio e l’irrorazione sanguigna risulta più funzionale. Tutto questo migliora la concentrazione, le ossa vengono irrobustite, tendini e legamenti rafforzati. Persino praticando il nordic walking a ritmi lenti la forma fisica migliora notevolmente. Un ulteriore vantaggio è che il nordic walking può essere praticato da persone di tutte le età . Però per ottenere l’effetto desiderato e allenare veramente il corpo senza logorarlo è necessario eseguire correttamente i singoli esercizi. Per questo è importante imparare le tecniche di base, preferibilmente da un “instructor” con formazione specifica. Nella fase iniziale è consigliabile utilizzare uno strumento per la misurazione della frequenza cardiaca per poter tenere costantemente sotto controllo il ritmo dei battiti. Infatti nel nordic walking è consigliabile non raggiungere i propri limiti.
Qual è l’origine del nordic walking?
I nostri progenitori erano costantemente in movimento. Ciò era legato alla ricerca del cibo e quindi alla sopravvivenza. Tuttavia è sbagliato pensare che in quest’epoca moderna si possa rinunciare al movimento. Le articolazioni, i muscoli e i tendini di chi non fa movimento si atrofizzano. Siccome il nostro lavoro spesso è sedentario, dovremmo muoverci nel tempo libero. Camminare è la forma più naturale di movimento. Con il nordic walking l’uomo è, per così dire, ritornato alle sue origini. Sono stati proprio campioni di altre discipline a fare da apripista a questo sport pacato. Gli atleti che praticano lo sci di fondo hanno incominciato molti anni fa ad allenarsi con speciali bastoni in estate. In Finlandia hanno trovato presto imitatori; ormai sono mezzo milione. Si tratta addirittura del dieci per cento della popolazione. Nella capitale Helsinki ormai è abituale vedere persone fare walking nei parchi. Inoltre è stato un produttore di articoli sportivi finlandese a portare sul mercato per primo i bastoni per il nordic walking. La ditta Exel li ha creati con l’aiuto di medici sportivi e specialisti e ormai li esporta in tutto il mondo.
I bastoni da nordic walking a prima vista potrebbero sembrare racchette da escursionismo o da sci, ma possono anche essere più lunghi e dispongono di cinghiette ergonomiche per una presa migliore, un’agevole guida e una potente spinta. Sono realizzati in materiali speciali quali carbonio o fibra di vetro. Al contrario di quelli con anima metallica, questi bastoni superleggeri e resistenti, non trasmettono fastidiose vibrazioni alle articolazioni di polso, gomito e spalla. Per il nordic walking su asfalto si utilizzano speciali cappucci di gomma che attutiscono i colpi, intercettano le vibrazioni e ottimizzano la tenuta. Le manopole e le cinghiette, realizzate in materiali idonei al contatto con la pelle, si adattano alla mano e garantiscono una circolazione sanguigna ottimale consentendo al contempo una salda presa. La forza del braccio viene trasmessa in modo efficiente grazie all’adattamento ideale alla mano. La lunghezza dei bastoni varia in ragione della statura dell’atleta, tuttavia non dovrebbe superare il 70 per cento di questa.
Il nordic walking sta prendendo piede anche in Alto Adige. La domanda proviene ancora principalmente dai turisti, ma si può già  contare su un nutrito gruppo di istruttori. Alla fine di quest’anno in Alto Adige saranno 70 i cosiddetti “basic instructors” addestrati secondo le direttive didattiche dell’Associazione Internazionale di Nordic Walking (INWA). A questo proposito c’è una stretta collaborazione con il collegio professionale scuole di sci Alto Adige, dal quale vengono proposti i corsi per instructor.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts