#hotelacademy Lesson 2: fare business con i Social Network

Come fare business con i social network? Lo sappiamo, è una domanda che vi ponete in molti.

In tanti, albergatori trentini e clienti di Ideaturismo, società di marketing e consulenza a Trento, ci hanno posto questo quesito, soprattutto nell’ultimo anno.

Noi giriamo l’interrogativo al nostro ormai notissimo prof. Toresani del Ciasa Alpina Relax Hotel di Moena, che forse con questa lezione compie un grande salto in avanti nel programma studi di #hotelacadamy. Siete pronti a prendere appunti?

… Che cos’è: riassunto delle puntate precedenti

  • Un progetto di formazione/informazione promosso da Ideaturismo, società di marketing e consulenza
  • Ideaturismo è tra i banchi di scuola; sulla cattedra, invece, imprenditori e albergatori che si sono candidati (o che si candideranno!) per condividere con noi le loro conoscenze e le nozioni apprese durante esperienze formative
  • Tra i prof., Matteo Toresani, gestore e anima del Ciasa Alpina Relax Hotel, tra i finalisti, con il proprio profilo Twitter e Facebook, per il 1° premio italiano delle eccellenze del social media marketing nel turismo e nell’ospitalità

Come fare business con i Social Network: il corso

  • Matteo ha partecipato alle 2 giornate di formazione organizzate dall’Accademia d’impresa Come fare business con i Social Network: quanto vale la reputazione della tua impresa?
  • Tra gli iscritti 15 persone: circa la metà erano albergatori come il nostro prof., l’altra metà  operatori dell’artigianato e del commercio

Gli insegnamenti di Matteo

Sai quanto amiamo essere concreti: andiamo subito al punto… come possiamo fare business con i social network?

Durante i due giorni di formazione, ho avuto la conferma che il Ciasa Alpina Relax Hotel di Moena sta andando nella direzione giusta: ha una strategia ben definita sui social e ogni giorno implementiamo i diversi canali in modo opportuno. Se stiamo interagendo con Facebook, piuttosto che con Twitter o Instagram, adottiamo un registro linguistico differente.

Qualche novità  dal mondo dei social network?

Le nozioni affrontate durante la lezione non sono state per me una novità: i docenti hanno spiegato i diversi Social, con un focus su Facebook e Twitter, supportando anche i partecipanti meno esperti nella realizzazione concreta dei diversi profili.

Per me è stata un’occasione per rafforzare concetti già acquisiti e per confrontarmi con gli altri miei colleghi sulla gestione dei diversi canali. È normale: ogni persona ormai ha un diverso livello di esperienza nel mondo web 2.0; forse, per riuscire a garantire un valore aggiunto ad ogni iscritto al corso, era necessario differenziarlo su più livelli.

Cosa pensi sia importante valorizzare delle due giornate di formazione?

In generale, ciò che avevamo visto durante la mia prima lezione: per un albergatore come me o per qualsiasi altra realtà, non essere sui social network rappresenta una perdita di opportunità. Si parlerebbe del Ciasa Alpina Relax Hotel nel web 2.0 anche se io non volessi: tanto vale essere una parte attiva, con una strategia pianificata. Nel dettaglio, sicuramente l’importanza di tracciare il valore dei singoli contenuti pubblicati attraverso i social, per imparare dai propri errori, e la forza e il potere di Pinterest: un social utilizzato da pochi, ma, come visto durante il corso, riesce a portare visite ai siti istituzionali, in alcuni casi più di twitter.

Ci racconti dei Case History presentati durante il corso?

Abbiamo incontrato Luca Cornali, che ci ha presentato il nuovo progetto Reputeka: una start-up, un esempio virtuoso su come valorizzare l’artigianato italiano attraverso i social network, sicuramente utile per gli operatori del settore presenti in aula. E’ stata annullata purtroppo la presentazione di Roberto Cobianchi, co-fondatore di Foursquare Italia: peccato, avevo un sacco di domande sul GeoMarketing, e chi mi segue su Foursquare, sa quanto amo questo social!

Da un confronto con gli altri, si può solo imparare.

Sicuramente. Anche in aula, durante la lezione frontale, sono stati illustrati dei casi di successo nel web 2.0, come Coca Cola e H&M. Per i grandi marchi sembra tutto facile: raggiungere ottimi risultati, avere persone che ti seguono e condividono. La vera sfida è, invece, ottenere dei riscontri per noi, piccoli imprenditori, con risorse di tempo e finanziarie limitate. Ecco, mi sento di dare un suggerimento a tutti i formatori che un giorno dovranno tenere una lezione sui Social (anche a Ideaturismo!): usate esempi più vicini a noi, potremmo cogliere da queste realtà dei suggerimenti più utili per noi.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts