Gestione del personale e trattazioni di calciomercato: due mondi diversi con principi comuni

Avete mai riflettuto sulla somiglianza tra mondo sportivo ed una qualsiasi attività di business? Molto spesso nelle trattazioni accademiche riguardanti la gestione del personale si utilizza la metafora sportiva. La creazione del team, la motivazione, il focus collettivo sulla vittoria (l’orientamento al risultato), e l’implementazione di una strategia comune rendono il contesto aziendale molto simile a quello di una squadra. Che si tratti di una struttura turistico-alberghiera, di una società di servizi o di un’azienda manifatturiera, il principio è sempre lo stesso.

Gli elementi appena citati non sono però gli unici comuni ai due ambiti. Raramente si sente parlare di gestione dei talenti; in realtà questo tema rappresenta il punto focale per il successo di ogni attività. Il talent management costituisce infatti il fulcro attorno a cui ruotano le organizzazioni competitive che vogliono raggiungere altissime performance, sia in ambito sportivo, sia nel mondo degli affari.

Molto spesso nelle aziende di piccole dimensioni e a conduzione familiare si tende a trascurare i principi di corretto management a favore di una gestione più personale, operata solitamente dal singolo imprenditore a capo dell’attività . Indipendentemente dalle dimensioni del business bisognerebbe invece conoscere e applicare delle regole, soprattutto in riguardo al delicato ambito delle risorse umane.
Le trattazioni di calciomercato sono un esempio perfetto di come dovrebbe comportarsi una realtà aziendale per trovare gli individui adatti alla propria struttura. Prima di cercare e assumere nuovo personale è quindi bene tenere conto di alcuni semplici principi che si possono imparare dal mondo dello sport.

Avere una struttura solida ma flessibile
I team di maggior successo sono quelli che adottano un approccio olistico. Deve esserci sempre una chiara e precisa definizione delle specifiche aree di competenza ma i contatti tra le diverse parti devono essere frequenti. Questo significa che ognuno deve conoscere bene i propri compiti e responsabilità, dialogando spesso con l’esterno per conservare l’agilità necessaria ad affrontare ogni sfida. In questo modo, nel caso uno dei componenti del team decida di andarsene, si riesce ad affrontare l’imprevisto e a colmare la lacuna lasciata dallo stesso. Un esempio riferito all’ambito del turismo può essere quello dei centri benessere; la gestione deve essere affidata ad uno spa manager ma devono esistere dei protocolli di gestione che permettano di evitare danni nella qualità e nell’immagine del centro qualora esso decida di andarsene.

Elaborare un piano di successione
Una gestione orientata al futuro è la chiave di ogni azienda di successo. Per assicurare la continuità  di un’impresa, il focus della gestione del personale deve essere posto sul domani. Tutte le migliori squadre cercano di reclutare i migliori talenti e di selezionare e preparare quelli di domani. Durante il periodo di formazione li allenano per sviluppare i loro punti di forza e cercano di correggerne le debolezze, in modo da poter attingerne nel momento del bisogno. Il mondo imprenditoriale è in continua evoluzione; è quindi molto importante reclutare nuovi talenti esperti nelle aree che si prevede diventeranno cruciali in futuro. In questo modo non ci farà trovare impreparati e si riuscirà  a far fronte alla concorrenza.

Motivare i talenti per farli rimanere in squadra
La motivazione è una combinazione di desideri che ogni dipendente elabora in relazione al contesto in cui si trova ad operare. Come una pianta, se curata e nutrita correttamente, produce di più di quando lasciata a se stessa, un dipendente è più produttivo se stimolato al continuo miglioramento e motivato al punto giusto. È importante alimentare i fuochi interni di ogni persona e convertirli in giusta energia positiva per il team.

In genere, i professionisti che primeggiano nel loro ruolo, che si tratti di calciatori o dipendenti aziendali, sono in genere corteggiati dai concorrenti con proposte interessanti. Le migliori squadre sportive offrono quindi una serie di benefit per evitare che i talenti vadano in team avversari. Stipendi competitivi, sostegno all’apprendimento e allo sviluppo personale, percorsi di carriera chiari sono tutti fattori importanti per garantire la stabilità del proprio team.

Anche le strutture turistiche o alberghiere, devono saper gestire e motivare i dipendenti in maniera opportuna per massimizzare la propria redditività. Per questa ragione, gli esperti di Ideaturismo, società di consulenza e marketing di Trento, mettono a disposizione le proprie competenze sul tema della formazione e motivazione del personale. Lasciati consigliare perché una migliore gestione delle risorse umane significa una miglior performance complessiva della tua struttura.

Fonte: compoundthinking.com, adnkronos.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts