Geocaching: la caccia al tesoro del terzo millennio!

Siete appassionati di caccia al tesoro? Vi piace l’avventura? Oggi scopriamo che cos’è il Geocaching!! Il termine deriva da geo, cioè l’utilizzo di mappe geografiche e da caching, cioè la ricerca di cache che rappresentano oggetti sepolti. A metà tra tecnologico e analogico, il Geocaching prevede la ricerca di tesori sparsi per il mondo. Tesori sepolti non dai vecchi pirati, ma dagli stessi utenti che si iscrivono alla community.
Si tratta di piccoli contenitori, dove si possono trovare custoditi piccoli gadget, un blocco note ed a volte una macchina fotografica usa-e-getta. Le coordinate dei loro nascondigli sono state caricate nel sito web di Geocaching, assieme ai dettagli necessari. Tutto quello che bisogna fare è caricare queste informazioni sul vostro GPS compatibile ed iniziare la ricerca del tesoro. Se troverete un cache e volete prendere parte del tesoro, ricordatevi che è buona prassi scambiarlo con qualcosa di vostro, un semplice oggetto da lasciare per chi verrà dopo di voi.

Tutto quello che ci serve per incominciare a giocare a Geocaching è un dispositivo GPS compatibile. Questo strumento GPS riceve i segnali emessi dalla rete dei satelliti, dopodiché usa questi dati per elaborare la nostra posizione sulla terra. Quando si caricano i dati dei geocache, lo strumento ci guida nella nostra ricerca, con una eccezionale precisione di pochi metri.


I dispositivi GPS che possono essere usati per il Geocaching spaziano dallo smartphone, sempre più utilizzato, fino agli strumenti portatili dotati di migliore ricezione e caratteristiche speciali, appositamente pensate per il Geocaching. Con i modelli di base, bisognerà caricare i dati nello strumento mediante un file in formato GPX oppure digitare le coordinate manualmente, ed infine stampare il foglio con i dati aggiuntivi e gli indispensabili indizi. Usando invece uno strumento GPS di fascia alta, si potranno caricare tutti questi dati direttamente nello strumento; su alcune unità è addirittura presente la funzionalità Geocaching senza carta, che permette di visualizzare direttamente sullo schermo ogni informazione adatta a trovare il cache.

Per garantire un’esperienza all’insegna del divertimento e dell’avventura vi consigliamo un’attenta pianificazione della spedizione. Iniziate quindi leggendo le descrizioni ed il registro dei cache che avete deciso di cacciare. Controllate se qualcuno non abbia già inserito qualche commento specifico che vi possa aiutare, questo vi permetterà di sapere in anticipo se qualcun altro ha già avuto difficoltà nel trovare quello specifico cache ultimamente – potrebbe essere un’indicazione che quel cache non è più lì dove dovrebbe essere.

4 buoni motivi per giocare a Geocaching:

  • Una ragione per stare all’aperto

Il Geocaching unisce la tecnologia con le avventure all’aria aperta ed è anche un modo fantastico per esplorare luoghi vicini e lontani. Associa il Geocaching al camping, al trekking, alla bicicletta, alla barca o a una qualsiasi attività per renderla ancora più piacevole.

  • Il “tesoro”

Nella sua forma più semplice un geocache contiene un logbook da firmare. I cache possono contenere anche oggetti da scambiare, ma il viaggio alla scoperta di un geocache è spesso la ricompensa più grande.

  • Scoprire nuovi luoghi

Ci sono geocache in ogni continente, dall’Antartide al Nord America. Possono essere all’interno del parco dietro casa, alla fine di una lunga escursione, sott’acqua o sul lato di una strada cittadina.

  • Una comunità globale

Persone di tutte le età possono partecipare al Geocaching, incluse famiglie con bambini, studenti, adulti e pensionati. Il Geocaching è un fantastico modo per divertirsi all’aperto insieme a famiglia e amici.

Se volete provare anche voi questa emozionante avventura, consultate la cartina Geocaching e partite alla scoperta dei geocache… la caccia al tesoro è già iniziata!!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts