Foto di notte delle località più belle del mondo

Qualche mese fa, il team di Google Earth, il popolare software di cartografia satellitare del colosso della ricerca, e la NASA avevano annunciato una collaborazione, volta alla promozione dei programmi dell’agenzia spaziale dedicati al pianeta Terra.

Dopo mesi di lavoro, un livello “NASA” è finalmente disponibile sul client Google Earth, come annunciato sul blog ufficiale Google LatLong Blog.
Dall’annuncio sul Google Lat Long Blog: “Le persone sono normalmente a conoscenza delle missioni spaziali delle NASA, ma non tutti sanno che l’agenzia dedica anche una grande quantità di risorse alle esplorazioni sul pianeta Terra. Con questo nuovo layer group NASA mostra alcuni dei loro contenuti più interessanti“.

Il nuovo livello “NASA”, disponibile tra contenuti in primo piano, include tre componenti: Foto della terra dallo spazio, immagini satellitari e Earth City Lights.
A partire dalle missioni del programma Mercury, primo programma statunitense a prevedere missioni spaziali con equipaggio, attivo tra il 1958 e il 1963, gli astronauti hanno scattato fotografie della Terra dallo spazio.

Il livello “Foto della terra dallo spazio” mostra alcune delle più belle foto della collezione “Astronaut Photography”.
Il livello “Immagini satellitari” mette in evidenza, invece, alcune delle immagini più interessanti della Terra, così come fotografate dai satelliti della NASA negli anni passati.

Alcuni segnaposto offrono anche la possibilità di scaricare immagini addizionali di differenti anni e stagioni e posizionarli in overlay sulla superficie terrestre nel visore Google Earth.

Wei Luo, Senior GIS Specialist, commenta su Google Lat Long Blog: “Essendo un amante dei programmi spaziali, sono solito passare ore sul sito della NASA a guardare queste foto, quindi è bello averle ora a portata di mano. Assicuratevi di dare un’occhiata alle immagini satellitari in overlay della continua eruzione dell’Etna (37.730000°, 15.000000°), se siete amanti dei vulcani come me”.
“Earth City Lights” offre infine una nuova prospettiva (in base all’emissione di luce) per le immagini satellitari offerte da Google Earth: è possibile infatti identificare alcuni interessanti pattern di urbanizzazione in tutto il mondo. In questa modalità sono supportati anche i layer delle strade e dei nomi dei luoghi, cosa che rende ancora più affascinante il viaggio “notturno” sulla superficie terrestre.

Da Google Lat Long Blog: “La interstate highway degli Stati Uniti appare come una rete che collega tutti più luminosi punti dei centri cittadini. La ferrovia Trans-siberiana viene mostrata come una sottile linea che si estende da Mosca fino al centro dell’Asia, a Vladivostok. Il fiume Nilo può essere visualizzato da distanza come un’altra linea luminosa che attraversa una regione altrimenti priva di luce. Mi piace molto volare in posti differenti intorno al mondo, trovando cose inaspettate e riflettendo sulla possibile causa”.
Secondo un’altra notizia, Google ha anche reso disponibile per Google Earth un aggiornamento per le strade europee, aggiungendo copertura per 15 nuovi paesi nel vecchio continente e nuovi contenuti per il territorio olandese (tra cui livelli di business listing e nomi regioni in olandese).
Link alla homepage ufficiale di Google Earth:
http://www.google.com/earth/

Fonte: webmasterpoint, 23 Luglio 2007

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts