Fitness divertente, con il Nordic Walking!

Arriva dalla Finlandia, sta conquistando l’Alto Adige e da lì vuole dilagare nel resto d’Italia. è il Nordic Wlaking, la nuova disciplina per scoprire la montagna in modo salutare e divertente, basata sulle tecniche di base dello sci di fondo.

La tecnica del Nordic Walking è facilissima e molto naturale: si tratta del tipico passo spinta dello sci di fondo, accompagnato dal movimento delle braccia con l’utilizzo degli appositi bastoncini muniti di passanti. Questo perchè il movimento delle braccia si conclude con uno slancio leggero indietro aprendo le dita.

 

 

L’attrezzatura per il Nordic Walking è costituita fondamentalmente dai bastoncini leggeri, resistenti e muniti di passanti (in commercio se ne trovano anche telescopici) e da scarpe da jogging (per l’allenamento base) o multisport. Il Nordic Walking è un modo allegro per muoversi, ma non solo. A chi ha problemi di peso interesserà  sapere che la disciplina coinvolge l’85% dei muscoli del corpo e porta a bruciare ben il 20% in più di calorie rispetto al jogging, un aiuto non indifferente per dimagrire in modo sano. Inoltre è adatto a tutte le età  e coniuga meravigliosamente attività  fisica e contatto con la natura.

L’uovo di Colombo, dirà  qualcuno, data la semplicità  e l’efficacia della scoperta, ma, come consuetudine, si rendeva necessario un elemento scatenante, un catalizzatore che, in un determinato momento e in uno specifico luogo, desse il via all’intero movimento.

 

 

Furono gli atleti dello sci nordico, in Finlandia, a fare di necessità  virtù, dovendo trovare un metodo di allenamento estivo il più simile possibile al gesto naturale della loro disciplina sportiva. Con i bastoni da fondo iniziarono ad eseguire i passi base su sterrato e manto erboso, in piano ed in lieve salita-discesa, per scoprire che il gesto era possibile e gli adattamenti fisiologici efficaci. Il resto venne da sè, con la sensibilizzazione di alcune aziende produttrici di bastoni in primo luogo, seguite da quello delle calzature sportive e dell’abbigliamento tecnico per la montagna.

Diffusione a macchia d’olio

I paesi del Nord hanno immediatamente abbracciato la filosofia outdoor del walking con i bastoni. E da lì, a scendere, la Germania è diventata l’area di massima diffusione della disciplina, con scuole, istruttori, eventi e competizioni in grande quantità . La barriera alpina, come sempre, agisce da freno alla penetrazione delle nuove tendenze in Italia, ma nell’enclave altoatesina, favorito da ovvie opportunità  linguistiche e di comunanza economico-culturale, il Nordic Walking ha fatto il suo ingresso già  nel 2002, ad opera di alcuni pionieri che, appresi i primi rudimenti in Austria e Finlandia, ne hanno intuito il potenziale in termini di nuovo trend destinato ad un’ampia fascia di utenza turistica e sportiva. Oggi, la realtà  della provincia di Bolzano presenta una diffusione importante di istruttori (saranno circa 70 su tutto il territorio alla fine dell’anno), di centri di pratica ed istruzione, di stazioni turistiche attrezzate con percorsi appositamente studiati per la disciplina. Parallelamente, si è sviluppata un’offerta turistica, da parte delle Associazioni turistiche e dei singoli hotel, mirata al pubblico amante di questo nuovo modo di muoversi nella natura, ad alta componente di fitness.

Allenamento con dolcezza

Il Nordic Walking è un’attività  per tutto il corpo. Ne ha particolarmente cura trattandolo molto dolcemente. La sua pratica porta a bruciare prevalentemente i grassi, poichè l’impegno fisico necessario è di tipo medio, attestato su una frequenza cardiaca non superiore al 60% del massimale personale, calcolabile con la semplice formula (220-età ) x 60/100. è giudicata la migliore invenzione dei finlandesi dopo la sauna, data la sua efficacia e la sua semplicità . I vantaggi fisiologici e psichici del Nordic Walking sono molteplici. Eccone alcuni identificati sulla base di studi condotti da ricercatori finlandesi:

  • Riduzione del carico sull’apparato scheletrico del 30% rispetto alle attività  di corsa
  • Impegno di circa 600 muscoli, che equivalgono al 90% della muscolatura del corpo
  • Utilizzo fino al 46% di energia in più rispetto al cammino senza bastoni
  • Aumento della diffusione di ossigeno nel corpo
  • Abbattimento degli ormoni dello stress
  • Sviluppo di forza, agilità  e coordinazione
  • Miglioramento della mobilità  articolare.

Alla luce di questi dati, la nuova disciplina è particolarmente indicata a chiunque desideri migliorare la propria condizione fisica in modo armonico e progressivo, a chi si avvicina allo sport per la prima volta o a chi ricomincia dopo una interruzione, alle persone soprappeso.

Consigli per iniziare

Per allenarsi in modo corretto ed ottenere risultati concreti ecco alcuni suggerimenti:

  • Affidarsi ad un corso tenuto da un istruttore con certificazione specifica per il Nordic Walking (Associazione Internazionale Nordic Walking – INWA)
  • Dopo l’apprendimento della tecnica base, utilizzare un misuratore di frequenza cardiaca al fine di valutare con più precisione l’allenamento ed i progressi
  • Allenarsi per un periodo di 60/90 minuti al giorno almeno tre volte alla settimana
  • Allenarsi preferibilmente in gruppo, mantenendo un ritmo tale per cui sia possibile parlare senza affanno con i propri compagni

Le attrezzature

La pratica del Nordic Walking ha l’indubbio vantaggio di essere economica, fatte salve le scelte di tipo turistico ad esso legate, che variano in base alle esigenze e alle disponibilità  di ciascuno. Sul fronte attrezzature, a differenza di altre discipline, per iniziare non serve molto: abbigliamento leggero da jogging o hiking, scarpe da jogging, multisport o trail running, una coppia di bastoncini. Nella prima fase, questi ultimi saranno noleggiati presso gli appositi centri e, una volta convinti della validità  della proposta, si procederà  all’acquisto. Alcuni consigli:

  • Utilizzare scarpe adatte, confortevoli, con buona stabilità  al tallone e ottime capacità  ammortizzanti
  • Utilizzare bastoni specifici per Nordic Walking, leggeri, robusti, preferibilmente in carbonio ad elemento singolo (non telescopici)
  • Abbigliamento modulare, a strati, con pantaloni zip-off (con gamba staccabile), intimo in microfibra per drenare il sudore, secondo strato antivento, impermeabile e traspirante.

Dove praticare il Nordic Walking

Le zone turistiche dell’Alto Adige sono state le prime a fare proria l’opportunità  di questa nuova proposta di tendenza, in virtù soprattutto della grande componente turistica di stampo germanico, già  avvezza alla pratica delle attività  outdoor e curiosa dei nuovi trend. Esse si sono attrezzate per offrire agli ospiti la possibilità  di scoprire il proprio territorio con il Nordic Walking. Ecco alcune proposte:

In Val Venosta sono tre le località  ad offrire un programma: a Prato allo Stelvio ogni lunedì fino al 13 settembre si cammina per ca. 1,5 ore. Il prezzo è di 6 â‚€ noleggio bastoncini compreso. A Malles l’appuntamento è ogni mercoledì fino al 29 settembre, la camminata dura un’ora, il prezzo è di 3 â‚€ noleggio bastoncini compreso. A Laces si pratica il Nordic Walking ogni venerdì fino al 29 ottobre con una camminata di 2,5 ore. Il prezzo è di 6 â‚€, noleggio bastoncini incluso.

Ogni lunedì mattina a Scena nel comprensorio turistico Meraner Land si può partecipare ad un mini-corso di 1 ora e mezza con introduzione tecnica e prova di camminata Nordic Walking. Poco lontano a Rifiano il giovedì mattina è dedicato ad un’escursione di Nordic Walking.

Il Parco Naturale di Monte Corno è la palestra ideale per percorsi di Nordic Walking organizzato dall’associazione turistica di Trodena nell’area turistica Il Giardino del Sudtirolo. Ogni mercoledì dal 21 luglio al 23 agosto si può partecipare ad un’escursione guidata. Il costo per partecipare è di 4 â‚€ compreso il noleggio dei bastoncini.

Anche nel comprensorio turistico attorno al Plan de Corones il Nordic Walking ha preso piede. Partendo da Riscone/Brunico ogni mercoledì pomeriggio a partire dalle ore 17.00 si può partecipare al mini-corso di Nordic Walking. Chi è in possesso della KronCard partecipa gratuitamente, per gli altri il prezzo è di 9 â‚€. Dal 17 al 24 luglio e dall’11 al 18 settembre vengono offerte le Settimane Nordic Walking, che comprendono 4 unità  da 1 ora e mezza, 1 gita di una giornata intera, noleggio bastoncini e cardiofrequenzimetro. Tutto al prezzo di 60 â‚€ a persona. Il mercoledì è dedicato alle passeggiate guidate con la tecnica Nordic Walking anche in Valdaora ed a Chienes. A Rasun in Valle d’Anterselva il martedì è riservato ai neofiti, mentre il venerdì è in programma un vero e proprio tour di tre ore. In Val Casies si parte sempre di lunedì per un’escursione guidata di 3 ore. I prezzi per la partecipazione vanno dai 9 â‚€ ai 10 â‚€.

Indossare i bastoncini

  • Il giusto verso
    I bastoncini da Nordic Walking hanno impugnature differenti sul lato destro e sinistro. Attenzione a non sbagliare.
  • Dal basso in alto
    Così si introduce la namno nel lacciolo per poter poi essere pronti a impugnare correttamente il bastone.
  • Salda presa
    Richiudendo la mano sull’impugnatura mantenendo il lacciolo nel mezzo si ottiene la presa ideale.
  • Affrancatura
    La funzione del lacciolo è primaria, poichè consente alla mano di trovare solido appoggio in ogni fase della spinta.
  • Avvolgenza
    La fettuccia circonda con precisione il polso senza stringerlo troppo. Si ottiene così stabilità  e comfort allo stesso tempo.
  • Regolazione
    L’altezza della presa è importante: con l’apposita regolazione portiamo l’incavo del pollice in posizione.
  • Il punto giusto
  • Un centimetro circa tra l’incavo del pollice e l’attacco del lacciolo, per la migliore spinta.

FONTE: dal web, 2 Febbraio 2006

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts