L’evoluzione del marketing: le leggendarie 4P si sono ampliate!

La prima vera concezione di marketing è stata ideata da Jerome McCarty nel 1960, che si rifaceva al concetto delle 4P, le variabili del marketing mix: ovvero promotion, price, product e place. Ad oggi, il marketing come ogni cosa, ha subito dei cambiamenti e le P si sono notevolmente ampliate, passando da 4 a 7! Ma vediamole assieme:

1.POSIZIONE

Il consumatore nella propria mente associa un determinato brand ad un certo accaduto, valori, scopi o benefici. Queste associazioni mentali prendono il nome di estensione di brand. Per questo le marche pongono sempre maggiore attenzione alla loro comunicazione.

2.PERFORMANCE

Quando un consumatore effettua un acquisto ha delle aspettative nei confronti di tale prodotto. Perciò dipende quanto il brand riesce a soddisfare le aspettative del consumatore. La performance di un brand è legata alle aspettative in tutte le fasi a cui è legata.

3.PROSSIMITÀ

L’obbiettivo delle aziende è creare fiducia nei confronti dei clienti. Il brand quindi ha bisogno di elevarsi per essere a fianco delle persone, in questo modo l’obiettivo è avere una vicinanza con il consumatore ed avere un’intimità con il cliente.

4.PREZZO

In questa epoca il prezzo è diventato una metrica sfuggente. I nuovi approcci al pricing stanno producendo modelli e varietà di prezzo tra i segmenti di clientela. C’è un prezzo per me e un altro per voi, anche se il prodotto e il venditore sono uguali. Il mondo di Internet ha permesso di democratizzare e rendere l’offerta di prezzi trasparente utilizzando aggregatori e servizi di confronto che trovano i prezzi da venditori diversi e li presentano in un’unica vista.

5.PRESENZA

La presenza ha sostituito il luogo, in quanto la presenza considerata digitale consente di avere accesso diretto per la vendita da parte dell’utente finale. I social media permettono cosi di poter espandere il proprio business e generare conversazioni.

6.PRODOTTO

Il prodotto è definito spesso come una propria visione. Molte aziende sbagliano nei primi passaggi della progettazione di vendita e promozione del brand, perché si focalizzano soltanto sul prodotto anziché sulla sua percezione.

7.PROMOZIONE

Il nuovo approccio alla promozione si divide in quattro grandi macroaree, ovvero: propri media (social network), media organici (posizionamento organico sui motori di ricerca), media a pagamento (SEM) e infine media partner (digital PR).

Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito a questo tipo di evoluzione ed abbiamo percepito questi cambiamenti nel campo del marketing, applicandoli in modo istintivo. Chissà se tra un paio di anni, passeremo dalle 7 P alle 10 P. Qual è, amici, il vostro sentore? Ideaturismo, sempre aggiornata e pronta a recepire i cambiamenti, vi terrà informati!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts