Ideareport: Indagine sulla strategia di prodotto degli Eco Hotels

L’interesse per uno stile di vita ecosostenibile continua a crescere: ce lo dicono ogni giorno i media e ce lo confermano quotidianamente indagini e analisi degli istituti di ricerca. Ormai sappiamo anche che, come per altre tendenze sociali, il comportamento turistico è tra i fenomeni più investiti da questa ondata di cambiamento, orientata da motivazioni responsabili e ecologiche. Basta dare un’occhiata ai dati registrati dai motori di ricerca, primo fra tutti Google, per avere l’idea di quanto le vacanze verdi attirino un numero sempre maggiore di utenti. Il grafico che segue ci dà  la misura di questa crescita, mostrando l’evoluzione delle ricerche della key Eco + Hotel dal 2004 a oggi.

Dal lato dell’offerta, l’attenzione per i temi della sostenibilità ambientale è ancora lontana dall’essere recepita. Se molti albergatori cercano di crearsi un’immagine eco-friendly, sono pochi quelli che si impegnano davvero ad abbracciare questa filosofia, mentre troppo spesso il mercato viene “drogato” da vere e proprie operazioni di green-washing.

Con lo scopo di orientare gli operatori più seri, consapevoli che in campo turistico il successo dipende prima di tutto dal prodotto, Idea Turismo ha realizzato un’indagine sugli Eco Hotels nazionali ed internazionali, selezionandoli in base al loro posizionamento sui motori di ricerca.

La ricerca fa luce sulla strategia degli Eco Hotels più in vista della rete, offrendo preziosi suggerimenti a chi vuole intraprendere questa strada di specializzazione.

Vediamo allora i risultati:

1 – Il 52% degli Eco Hotels si avvale di un marchio di certificazione ecologica

La maggioranza delle strutture analizzate ha deciso di seguire un percorso di certificazione ufficiale: in Italia, Francia e Austria è diffusa la certificazione europea Ecolabel, ma esistono anche altri marchi come Eco Hotels Certified e La Clef Verte. La certificazione serve prima di tutto a integrare le buone pratiche di sostenibilità ambientale nella gestione ordinaria e straordinaria dell’impresa alberghiera: la procedura di ottenimento del marchio è infatti un percorso di formazione e organizzazione delle risorse umane ed economiche dell’hotel. La seconda e strategica funzione del marchio è quella di comunicare la specializzazione, è infatti importante che le caratteristiche di eco-sostenibilità siano evidenti per i potenziali clienti e siano garantite da un ente indipendente.

2 – Molti Eco Hotels hanno ottenuto almeno un altro marchio di qualità ambientale
Una parte consistente delle strutture analizzate ha ottenuto almeno un ulteriore marchio di qualità. Questo dato indica come le imprese che investono nella certificazione ecologica sono quelle che hanno già compreso come la strada della specializzazione porti buoni frutti e che garantiscono una elevata qualità dell’offerta. Qui occorre un approfondimento importante: teniamo ben presente che l’alto livello di qualità per la domanda turistica di oggi non ha niente a che vedere con l’elemento lusso o la quantità di stelle di cui si fregia l’hotel. Garantire una qualità elevata significa offrire servizi a misura di esperienza e motivazione, attenzioni anche semplici e poco costose da implementare, ma che costituiscono un grande valore per il cliente.

3 – Il 51% degli Eco Hotels inserisce i temi dell’ecosostenibilità nelle proprie offerte commerciali

Circa la metà delle realtà coinvolte dall’indagine dimostra di aver compreso un concetto fondamentale: l’attenzione per l’ambiente non è solo un vanto da mostrare ai potenziali ospiti. I clienti non vogliono solo essere soddisfatti di aver fatto una scelta eticamente giusta, ma vogliono poter esercitare un comportamento attivo e partecipe. I turisti vogliono poter vivere direttamente la sostenibilità proposta dall’hotel, metterla in pratica, imparare e sperimentare nuovi stili di vita, conoscere e provare strumenti di riduzione dell’impatto ambientale, che possono portare con sé al ritorno a casa. Per questo è importante costruire dei pacchetti e organizzare delle attività ad hoc sul tema della sostenibilità: così si può offrire un prodotto realmente verde che nella sua unicità costituisce un vero vantaggio competitivo.

4 – Gli Eco Hotels forniscono prodotti complementari: sport 58%, benessere 41%, famiglia 36%, cultura 27%, meetings & events 13%

Osservando i dati emersi dallo studio è possibile capire quali sono i prodotti turistici più adatti ad essere offerti insieme al prodotto verde. I risultati mostrano che tra tutti prevale lo sport: l’attività fisica è ricercata da chi vuole sperimentare uno stile di vita più sano e in armonia con l’ambiente, inoltre è particolarmente coerente quando viene svolta in un contesto naturale e incontaminato. Gli ospiti possono così godere delle risorse ambientali offerte dal territorio e contemporaneamente imparare come preservarle.

Anche il prodotto benessere si associa bene alla vacanza ecologica: è importante che il concetto wellness sia il più possibile ampio e non includa solo i temi del piacere, del relax e della cura dell’aspetto fisico. In linea con le tendenze contemporanee si deve proporre un benessere che è salute, ricerca dell’equilibrio psicofisico, cura dell’alimentazione e continua ispirazione ai principi naturali.

Il contatto con la natura e l’educazione ambientale sono senz’altro temi che ben si prestano a comporre anche l’offerta di una vacanza in famiglia. L’interesse dei genitori a proporre stili di vita e scelte di comportamento e consumo alternative ai propri figli è certamente in crescita. Un format collaudato, in questo senso, è rappresentato dalle fattorie didattiche, dove i bambini possono creare un rapporto con gli animali e imparare i principi di un’alimentazione sana.

In sintesi la strada che ci mostra l’indagine sugli Eco Hotels è quello di una specializzazione da raggiungere in modo serio e ragionato, senza ricorrere a scorciatoie o make up. Abbiamo visto che è importante seguire un percorso di certificazione ufficiale per ottenere un marchio riconosciuto e imparare a gestire l’attività secondo i principi di sostenibilità  ambientale. Abbiamo rilevato che è necessario garantire un elevato livello di qualità, costruendo l’offerta intorno alle esigenze e agli interessi dei clienti. Abbiamo capito come sia fondamentale proporre ai clienti un’esperienza attiva di educazione ambientale, organizzando attività specifiche e inserendole nelle offerte commerciali. Infine abbiamo considerato i prodotti complementari che possono comporre una vacanza verde, come lo sport, il benessere e la famiglia.

L’indagine sugli Eco Hotels ci ha quindi fornito una mappa: gli operatori che vorranno seguirne le indicazioni e intraprendere questo percorso di specializzazione non dovranno necessariamente investire grandi risorse economiche, ma certamente costruire con criterio e coerenza la propria offerta, lavorando con impegno e passione.

Fonte:Ideareport – indagine Ideaturismo, giugno 2012

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts