Boom Internet in Italia

MILANO – Sta cambiando la pubblicità  online. O meglio, secondo, una ricerca Nielsen-NetRatings, stanno crescendo e cambiando gli utenti della Rete, creando le premesse per un vero sviluppo della pubblicità  online (nell’ambito di un incremento generale del mercato pubblicitario che è stato pari a +9,4% nei primi otto mesi dell’anno). “Internet sta assumendo il ruolo di nuovo protagonista ed è quindi prevedibile che cambierà  anche la quota di investimenti destinata dalle aziende alla pubblicità  online” dice Daniele Sommavilla, direttore Sud Europa Nielsen-NetRatings. E ci sono premesse che possono ormai portare i media online a fare concorrenza sia alla tv sia alla crta stampata.

CRESCITA DELLE CONNESSIONI – I dati, infatti, dicono che c’è stata in Italia una crescita esponenziale nel numero di utenti, anche rispetto alle altre nazioni europee. Con il 42% di abitazioni connesse, l’Italia è infatti il terzo Paese in Europa, dopo Germania e Inghilterra, per numero di case da cui è possibile accedere alla Rete. Inoltre, il tasso di crescita annuo, riferito al numero di persone che si connette da casa, è tra i più alti in Europa (+15%).

TIPOLOGIE DI UTENTI – Anche la tipologia di utenti si sta allargando, aprendosi a fasce che solo qualche anno fa non erano presenti o erano scarsamente rappresentate. Rimane invariato l’identikit del navigatore-tipo: maschio di età  compresa tra i 18 e i 49 anni (63% del totale). Ma negli ultimi due anni è stato forte l’incremento percentuale di donne (+40%), bambini (+102%) e ultracinquantenni (+122%). Dal punto di vista del livello culturale, invece, a fronte di una crescita del 52% dei laureati emerge un +38% per gli utenti con la sola licenza elementare. Per quanto riguarda la professione, infine, i dati più interessanti riguardano l’incremento del numero di casalinghe (+148%) e pensionati (+112%) i quali, pur costituendo soltanto rispettivamente il 3% e il 7% del totale degli internauti, cominciano a farsi strada nell’universo del web. Uno sviluppo, sottolina l’istituto di ricerca, vnel quale ha avuto un ruolo fondamentale la diffusione della banda larga che ha raggiunto in Italia un livello di penetrazione pari al 40% sul totale dei navigatori. Proprio la crescita dei numeri globali ma anche l’ampliamento delle tipologie di utenti danno alla comunicazione su Internet una prospettiva di crescita che diventa molto appetibile per la pubblicità .
Fonte: Il Corriere, 15 ottobre 2004
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts