Studio sull’attività degli utenti su Facebook

Navigando sulla rete per tenerci aggiornati, ci siamo imbattuti in questo studio, che si pone l’obiettivo di identificare in quali ore e in quali giorni della settimana gli utenti di Facebook sono maggiormente attivi.

Lo studio, condotto da Vitrue, ha analizzato circa 1,64 milioni di post e 7,56 milioni di commenti nell’arco di 3 anni, escludendo le condivisioni e i “Mi piace”.

Il quadro generale che è emerso è il seguente:

  • i picchi tendono a concentrarsi nei giorni feriali, intorno alle 11:00, 15:00 e 20:00
  • il picco più alto è mediamente alle 15:00, nei giorni feriali
  • la domenica è il giorno di minore attività in assoluto
  • il picco più alto di post viene registrato il lunedì, mentre quello di commenti il mercoledì

  • nonostante la maggior parte di post e commenti si concentri intorno alle 15:00, i post pubblicati al mattino tendono a ottenere risultati migliori rispetto a quelli pubblicati nel pomeriggio: secondo lo studio di Vitrue, i post pubblicati al mattino, a livello di engagement, hanno infatti una efficacia superiore del 39,7% rispetto a quelli pubblicati il pomeriggio
  • i primi 15 minuti dell’ora (da :00 a :15) sembrano mostrare una interazione più elevata che i restanti 45. Il motivo? Secondo Vitrue, potrebbe essere dovuto al modo in cui sono schedulate riunioni e “pause caffè”: l’utente tenderebbe a fare un veloce check su Facebook prima di entrare in un meeting che, solitamente, viene schedulato all’inizio dell’ora.

In conclusione, si può affermare che sapere quando gli utenti sono più propensi all’engagement e all’interazione può essere cruciale per far giungere loro l’informazione nel modo più efficace possibile.
Ovviamente, se tutti da oggi in poi iniziassero a pubblicare contenuti negli stessi giorni e alla stessa ora gli utenti ne risulterebbero “inondati” e l’iniziale vantaggio competitivo potrebbe trasformarsi in un “appiattimento”, se non addirittura in una condizione sfavorevole.

Ma fino a quando questo non si verificherà, approfittatene per prendere spunto dallo studio analizzato e pubblicate i vostri post seguendo questi preziosi consigli!

Fonte: Informazione da Newsletter (TagliaBlog 15 novembre 2010)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Recent Posts